RSS: Lo spettacolo TIME nel racconto della regista

La dott.ssa Tiziana Vasta, regista di professione e madre di una nostra alunna, ha donato il suo Tempo e le sue competenze al progetto Comenius affiancando la prof.ssa G. D’Eugenio nell’allestimento dello spettacolo dell’11.2.2014.


Il primo obiettivo che mi sono posta quando mi è stato chiesto di collaborare come regista alla messa in scena dello spettacolo “Time” è stato quello di far capire agli studenti che quella sarebbe stata l’occasione per realizzare un progetto collettivo.

Lavorare insieme, sentirsi parte di un gruppo, arrivare a calcare il palcoscenico con una grande consapevolezza di se stesso, ma anche con una grande attenzione per i compagni.

JPEG - 65.2 Kb
11.2.2014 Time show- Machiavelli pupils read E.Galeano Le labbra del Tempo by Giada Borsetti
.

Fare Teatro in generale, ma ancora di più in una scuola, significa realizzare, con ogni forma espressiva possibile (linguaggio poetico, musicale, pittorico, corporeo) un’atmosfera, una narrazione, una storia corale, cercando di coinvolgere ed aiutare anche i soggetti più timidi ad esprimersi, a vincere le proprie insicurezze superando la paura di essere giudicati. E’ un lavoro che richiede impegno, continuità e concentrazione.

Ecco, questo è stato il primo scoglio da superare: rendere consapevoli i ragazzi che non si trattava di un momento ricreativo, ma di un “parola data”, prima di tutto con se stessi, ma anche, ed in uguale misura, con i compagni.

Chi prima e chi dopo, tutti hanno imparato a sentirsi investiti di una fetta di responsabilità. La strada fatta dalle ragazze e dai ragazzi che si sono esibiti è stata molta. Sono partiti tutti con molto entusiasmo ma con pochissima consapevolezza di come gestire la propria presenza su un palcoscenico. Saper modulare la voce, usare le pause come parte della narrazione, utilizzare il sottofondo musicale come un metronomo per cadenzare la lettura, muovere il proprio corpo o sfruttare la potenza di uno sguardo, sono state per loro tutte esperienze nuove. Hanno imparato a cantare con espressività e intensità, hanno imparato a recitare con la voce e con il corpo, hanno imparato a raccontare in una inquadratura un singolo momento, hanno imparato a suonare anche per gli altri e hanno imparato che tracciare una linea rossa su un foglio bianco può diventare essa stessa parte di un racconto.

JPEG - 21.2 Kb
11.2.2014 Time show- Machiavelli pupils Elisabethan dance by Giada Borsetti
.

Hanno visto, con le dovute proporzioni, come si gestisce uno spettacolo in diretta, quali sono le responsabilità di chi sta dietro le quinte, quale organizzazione e coordinamento occorrono, come bisogna rimanere concentrati non solo durante la propria esibizione, ma anche durante quella degli altri.

La scelta di utilizzare lo spazio scenico su due livelli ha portato alla necessità di costituire due squadre di “assistenti di studio”, una per ogni piano, coordinati tra loro e ciascuna con le proprie specifiche responsabilità.

E poi ci sono stati i responsabili della scaletta audio, la squadra degli addetti alle esigenze sceniche (cavi elettrici, casse acustiche, proiezione del backstage video, strumenti musicali, oggetti di scena), il gruppo delle riprese, che oltre alla realizzazione del backstage proiettato prima dello spettacolo, ha anche realizzato tutta la documentazione video dell’evento.

E’ stato insomma, un piccolo grande momento di collettività, di confronto, di creatività, di crescita e soprattutto di libertà, perché “la libertà è partecipazione”.

JPEG - 64.6 Kb
11.2.2014 Time show- Machiavelli pupils dance hip hop by Giada Borsett_n
.

Tiziana Vasta

Ultimo Aggiornamento: 15 marzo 2014

« Dicembre 2018 »
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6