RSgS - 7.11.2014 - La memoria e il tempo


Venerdì 7 novembre Eva Masini, dottoressa in Storia Contemporanea e autrice del libro-saggio “Piazza Bologna. Alle origini di un quartiere borghese” è venuta dalle classi del 2H e della 5A nella sede di v. Procida. L’incontro è stato preceduto dalla visita, operata dalle classi in momenti diversi, del quartiere di Piazza Bologna e dei suoi luoghi più rappresentativi. Per il 2h questo si iscrive nel modulo n. 4 del progetto RSgS, che ha come oggetto “Il tempo storico” ed è stato declinato dalla prof.ssa Marconi nella scelta di far ripercorrere agli studenti le modalità attraverso cui si giunge ad una ricostruzione storica.

Dopo aver chiarito come l’interesse per il quartiere sia nato dalla scelta di studiare come il Fascismo sia riuscito ad ottenere il consenso dei ceti medi, Eva Masini ha indicato i possibili percorsi di uno storico contemporaneo. Anzitutto la delineazione dello spazio della ricerca. Negli anni Trenta del Novecento, nel momento in cui in tutta Europa le città crescono in maniera esponenziale rispetto ai secoli precedenti (Roma fino all’Ottocento è racchiusa nella cinta delle Mura Aureliane), si crea un quartiere nuovo delimitabile nello spazio racchiuso fra il Policlinico (eretto a cavallo dei due secoli), Villa Torlonia (residenza di Mussolini), la Caserma della Guardia di Finanza (terminata nel 1923). Il primo blocco si costruisce intorno a Piazza Salerno e prende il nome dalla cooperativa Italia, di cui il teatro di via Bari conserva il nome. Il luogo è scelto per la vicinanza al Policlinico e ai Ministeri di Porta Pia. Poi la ricerca delle tracce lasciate dal passato, capaci di orientare nella ricostruzione. Le fonti a stampa: i giornali dell’epoca erano “Capitolium” e “il Messaggero”, il cui caporedattore viveva a v. Padova e si diffondeva dunque sulla progressiva crescita del quartiere.

Le fonti scritte. I rapporti di polizia risultano deficitari sulle attività clandestine, data la presenza nel quartiere di Mussolini stesso. Mentre la svolta nelle indagini storiche è stata data dall’Archivio scolastico della “Fratelli Bandiera”, trovato dalla Masini in una stanza minuscola e polverosissima. Qui ha potuto avere una conferma alla sua ipotesi di partenza, che il quartiere sia stato costruito a vantaggio della media borghesia, poiché il Fascismo richiedeva ai maestri di trascrivere quanti più dati possibili sugli allievi allo scopo di controllarne indirettamente le famiglie, dunque anzitutto la professione del padre.

Quello che maggiormente ha colpito gli studenti è stata la ricerca delle fonti orali, ricercate e riconosciute come valide solo a partire dagli anni Settanta del Novecento. Masini ha raccontato l’avventurosa esplorazione di negozi d’epoca in cui trovare testimoni che avessero almeno dieci anni nell’epoca fascista e la faticosa registrazione delle loro voci.

Si è così delineato il quadro di un quartiere dalla doppia anima. Borghese e abitato da membri dell’esercito e dei ministeri nella zona prospiciente la via Nomentana. Popolare e abitato da dipendenti e operai delle Ferrovie nella zona verso la Stazione Tiburtina e il Verano. Costruite fra il 1926 e il 1930 (con il mercato già collocato in piazza dei Vespri Siciliani) le case popolari rappresentano oggi una importante testimonianza dello spostamento forzoso dei ceti popolari dal centro di Roma, voluto dal Fascismo per “ripulire la città” e farle rivivere gli antichi fasti. E tuttavia i borghesi dell’epoca non volevano avere rapporti con i popolani: mentre la presenza di una sola scuola li obbligava a mescolarsi, al di fuori della vita scolastica pare che gli incontri finissero con “sassaiole”..

Preparata e servita dalle ragazze del 2H, una bella torta ha permesso di salutare la gradita ospite, attorniata dalle ragazze del VA che volevano assolutamente avere notizie sulle modalità e gli esiti lavorativi della loro possibile iscrizione alla Facoltà di Lettere…

Prof.ssa Augusta Charis Marconi

Ultimo Aggiornamento: 9 novembre 2014

« Dicembre 2018 »
L M M G V S D
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6