Gentle Giant di Antonio Apuzzo

I giganti del prog rock


E’ appena uscito il libro Gentle Giant, i giganti del prog-rock del prof. Antonio Apuzzo, docente del Liceo Machiavelli, per la casa editrice Stampa Alternativa.

JPEG - 4.7 Kb
gentle giant
.

E’ il primo testo pubblicato in Italia che traccia la storia di uno dei gruppi più creativi degli ’70, Gentle Giant appunto – il Gigante gentile – dal primo approccio alla musica pop dei tre fratelli Shulman alla fine degli anni ’60, in un quartiere ghetto di Glasgow, al fortunato incontro con altri musicisti, tra cui il pianista Kerry Minnear e il chitarrista Gary Green, con cui avviarono l’ambizioso progetto di una musica originale e complessa, alla creazione di un ricco repertorio dagli apporti di musica antica e contemporanea, classica e rock, che contribuì alla definizione di un nuovo genere, il rock progressivo. I componenti della band portarono la loro inconfondibile musica, contrassegnata dal logo di un faccione gigantesco che divenne un’icona del rock, in giro per tutta Europa e negli Stati Uniti, e per anni tentarono di coniugare il desiderio e le capacità di produrre musica colta e coraggiosa con il successo commerciale, fino al loro scioglimento, avvenuto nei primi anni ’80.

Poiché Antonio Apuzzo non è solo docente di musica, ma anche sassofonista, clarinettista e compositore, il libro offre una competente analisi dei brani del repertorio della band e si correda di un CD, in cui l’ensemble Ibrido Hot Six rilegge in chiave strumentale otto composizioni dei Gentle Giant.

Ad arricchire ulteriormente il testo, le interviste di Antonio Apuzzo al batterista Malcolm Mortimore e al chitarrista Gary Green, storici componenti della band.

La presentazione del libro avverrà giovedì 27 maggio 2010 alle ore 19 alla Casa del Jazz di Roma (ingresso libero) e sarà onorata dalla presenza di Gary Green e Malcolm Mortimore. Sarà un’occasione di parlare del libro del nostro collega, di vedere filmati dei Gentle Giant e dei Three Friends (il nuovo gruppo di Gary e Malcolm) e ascoltare brani del Cd allegato al libro.

Nella dedica del libro, il professor Apuzzo si rivolge “ Ai miei studenti: di ieri, oggi, domani”, è un modo per ricordarci che anche la musica fa scuola.

JPEG - 3.2 Kb
antonioapuzzo
.

Ultimo Aggiornamento: 21 novembre 2012

« Febbraio 2024 »
L M M G V S D
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 1 2 3