11.4.2019


Il braccio e le scale

Ospitando Ms Teija Kauppinen, dalla città di Pietersaari, giovedì 11 aprile i ragazzi della 5H di v. Procida hanno presentato alla docente finlandese le tematiche presenti in Eugenio Montale.

L’attività rientra nella progettazione Erasmus+ del Liceo (come accoglienza di un docente straniero in job shadowing) e in quella Unescana della docente di Italiano. Partendo dalle lezioni curricolari, la classe ha discusso il valore attuale della frase pronunciata dal nostro poeta nel ricevere nel 1975 il Nobel per la letteratura: di una società capitalista basata sulla “mercificazione dell’inutile”; e della poesia come un oggetto ‘sì inutile, ma almeno non nocivo’.

La classe ha letto insieme alla docente la poesia “Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale” mescolando riflessioni personali e poetica di Montale. Nella individuazione della metafora centrale del matrimonio come ‘scala’ di esperienza e del rapporto umano come ‘braccio’ da offrire a supporto altrui, i ragazzi hanno offerto un quadro della metodologia italiana di studio, centrata sulla importanza di una lettura diretta e personalizzata dei testi.

Prof.ssa Augusta Charis Marconi

Ultimo Aggiornamento: 13 aprile 2019

« Luglio 2020 »
L M M G V S D
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2